Gennaio 27, 2021

I vincitori di Coopstartup Romagna 3: Non Studio

Torniamo a parlare di Coopstartup Romagna, in occasione della partenza della quarta edizione.

Quante volte in passato nelle discussioni su come dovrebbe essere riformata la scuola è stato introdotto l’argomento “bisognerebbe che si potesse imparare divertendosi”. Quella che sembrava una semplice bella idea ma difficile da realizzare è invece diventata realtà, grazie alle tecnologie e all’inventiva.

Come è successo ai tre soci della cooperativa NonStudio, che hanno vinto l’edizione 2019 di Coopstartup proponendo come progetto d’impresa la creazione di videogiochi che non hanno solo l’obiettivo di divertire ma di educare. Samuele Bertani, Lorenzo Bartolini e Jacopo Foschi sono tre giovani studenti – i primi due sono iscritti a informatica all’Università di Cesena e il terzo al conservatorio della stessa città – diventati imprenditori cooperativi.

Coopstartup Romagna quarta edizione


Samuele, tu sei il socio di NonStudio che si occupa delle relazioni esterne. A te la parola per spiegarci cosa fa la vostra cooperativa.


«Ci occupiamo dello sviluppo di serious games e tool informatici: in sostanza sono videogiochi che aiutano gli studenti nel processo di apprendimento. L’idea che ci sta dietro è semplice: per insegnare bene una cosa bisogna farla vivere e il videogioco fa proprio questo, fornisce un esempio di applicazione reale e risponde alla domanda a cosa serve quello che si sta imparando. Va comunque specificato che il serious game è uno strumento che non sostituisce la didattica ma è un potenziamento dell’apprendimento, un aiuto a ripassare».


Come sono fatti i vostri giochi?


«Un gioco medio ha una durata di circa 20 minuti e insegna un argomento specifico. Lo studente gioca e nello stesso tempo impara: per esempio con uno dei nostri giochi spieghiamo le equazioni: lo studente le impara, o le ripassa, mentre gioca. Per il momento abbiamo progettato esclusivamente giochi matematici perché le materie che hanno una struttura logico-matematica sono più adeguate a essere trattate con un gioco».


State lavorando a un nuovo progetto?

«Collaboriamo con il Servizio di potenziamento cognitivo per l’età Evolutiva dell’Università di Cesena, lo Spev, di cui fanno parte professori e ricercatori della di facoltà di psicologia, per sviluppare serious games rivolti a ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Abbiamo capito che i serious games possono essere un aiuto importante in questo campo: sono in grado di aumentare l’engagement, perché quando uno studente sta giocando deve anche stare più attento, e gli studi dimostrano che le conoscenze si fissano maggiormente. Insieme allo Spev stiamo elaborando uno strumento che aiuti a individuare i ragazzi che hanno più problematiche e così capire anche come aiutarli nel processo di apprendimento. Li facciamo giocare online per 10-15 minuti durante i quali raccogliamo i dati necessari all’analisi».


E per il futuro?


«La nostra mission è creare un portale online, tipo Netflix, dove al posto dei film ci sono i videogiochi sull’apprendimento. Un professore che intende utilizzarli clicca sull’argomento, trova il videogioco che gli serve e lo assegna ai ragazzi. Ogni gioco ha strumenti di analytics, punteggi che vengono inviati al professore: se sono alti capisce che i ragazzi hanno imparato, altrimenti che, forse, deve rispiegare».

Come è nata l’idea di riunirvi in cooperativa?


«Prima di vincere Coopstartup 2019, come studenti di informatica all’Università di Cesena abbiamo proposto un’idea imprenditoriale all’incubatore Almacube di Unibo. Da questa esperienza abbiamo cominciamo a capire cosa significava fare impresa, come si realizza idea e come si lavora con i clienti. Dopo lo Startup day 2019 di Unibo, sotto la supervisione di un mentor, ci siamo spostati a Cesenalab, l’incubatore per startup dove ancora abbiamo l’ufficio».

Hai anche tu un’idea di impresa? Vuoi partecipare anche tu a Coopstartup Romagna? Sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti