Dicembre 15, 2020

Scommessa vinta per Reciproca sms

Di fronte all’epidemia da Covid-19, Reciproca SMS mette in campo un’iniziativa straordinaria di sostegno ai soci in gestione diretta. Un intervento che la società di mutuo soccorso, nata ormai un anno fa dalla fusione fra l’emiliano-romagnola Faremutua e la toscana Insieme Salute Toscana, ha varato nel marzo scorso, in piena emergenza Coronavirus.
«Si tratta di un sostegno a titolo gratuito ideato per dare ristoro a chi ha avuto la sventura di essere colpito dal virus, ed è stato molto apprezzato dai nostri soci. Abbiamo deciso quindi di rinnovarlo sino alla fine dell’anno – spiega Valdes Onofri, vicepresidente di Reciproca SMS, illustrando nel dettaglio l’iniziativa Covid-19 -. Abbiamo stabilito di corrispondere ai soci che abbiano un tampone positivo al Coronavirus una diaria da isolamento domiciliare di 40 euro al giorno, per un periodo di 14 giorni al massimo. Chi dovesse essere ricoverato per Covid-19 avrà una diaria di 40 euro al giorno per un massimo di 50 giorni. Infine, nello sfortunato caso di ricorso alla terapia intensiva con intubazione, è prevista una diaria unica di mille euro, oltre a quella da ricovero».
Grazie alla sua dimensione e solidità, Reciproca SMS ha potuto destinare fino a settembre 35mila euro all’iniziativa. «Siamo una mutua con le spalle robuste e un buon patrimonio, che utilizziamo a favore dei nostri associati – commenta Onofri -. L’intervento è stato molto apprezzato dalle cooperative, in particolare dalla cooperazione sociale. Questa seconda fase appare purtroppo molto più cruenta della prima. Finora avevamo una media di 10 richieste al mese, ora accade che in un solo giorno ne arrivino 5. L’incremento è notevole e sicuramente raddoppieremo lo stanziamento per questi ultimi mesi».
Reciproca SMS ha varato anche altre importanti iniziative legate all’emergenza Coronavirus. «Nel bilancio preconsuntivo abbiamo preventivato l’accantonamento di un fondo consistente per il Covid-19, allo scopo di gestire un’eventuale ulteriore emergenza – spiega il vicepresidente -. Ci siamo inoltre adoperati per una mutualità territoriale, partecipando con 30mila euro complessivi a due progetti di solidarietà promossi da Legacoop Emilia-Romagna e Legacoop Toscana per le strutture ospedaliere. Infine abbiamo cercato di tutelare la salute dei dipendenti senza intaccare l’operatività, mettendoli nelle condizioni di lavorare da casa per continuare a garantire sia le prese in carico, sia le liquidazioni».
Reciproca SMS conta oggi circa 99mila soci, di cui 27.600 delle cooperative sociali. La raccolta 2020 ammonta a 10.795.326 euro (1.411.234 euro dalle sociali). Nel Cda siedono anche i romagnoli Federica Protti, Emiliano Galanti e Matteo Marchi, mentre Miryam Aiello è la responsabile territoriale. «La fusione ha portato al rafforzamento della struttura a cui fanno riferimento le cooperative aderenti nel nostro territorio – osservano i consiglieri -. Sono rimasti il radicamento, le persone di riferimento, l’operatività, e anche con l’emergenza Coronavirus si è continuato a dare risposte. Ciò che è cambiato è la prospettiva: ora abbiamo un solo soggetto mutualistico, più forte economicamente, più ampio geograficamente, in grado di offrire migliori e più qualificati servizi ai soci».
«La fusione è stata una scommessa vinta al 100%. A conferma della validità della scelta – conclude Onofri -, la dimensione che abbiamo raggiunto ci pone oggi a pieno titolo come partner di Unipol nella realizzazione della nuova piattaforma per il welfare aziendale di Legacoop Romagna. Sarà un importante strumento che ci consentirà di fare ancor più sistema, proponendo i servizi di assistenza sanitaria di Reciproca SMS alle cooperative del territorio». (G.G.)

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti