Settembre 21, 2016

Carcere di Forlì, Legacoop preoccupata per il blocco dei lavori

Nuovo carcere di Forlì, il presidente di Legacoop Romagna Guglielmo Russo lancia l’allarme: «Lavori fermi, grave danno per l’economia locale».
 
Russo Guglielmo8 22-02-16
«Non accenna a risolversi la questione della casa circondariale, in costruzione nel quartiere Quattro», spiega Russo. «A otto anni dalla partenza dell’iter il cantiere è ancora fermo. Dopo che lo Stato ha revocato il contratto a una delle ditte a cui erano stati assegnati inizialmente i lavori si è aperto infatti un contenzioso che potrebbe portare a indire una nuova gara di appalto. In questo caso i tempi di consegna si allungherebbero in modo notevole».
Sarebbe l’ennesimo rinvio in una vicenda partita otto anni fa e che è già approdata diverse volte in Parlamento.
«Questo ulteriore blocco di un’opera pubblica – dice Russo – conferma la necessità per le amministrazioni di assegnare i lavori sulla base di progetti qualificati e senza puntare al massimo ribasso. Il nuovo codice degli appalti va in questa direzione, ma senza i decreti attuativi la situazione è ferma al punto di partenza».
«Al di là delle motivazioni del blocco dei lavori – conclude il presidente di Legacoop Romagna – ci sembra necessario che tutto il tessuto istituzionale, economico e politico della città faccia sentire la propria voce su un’opera importante, anche considerando le condizioni problematiche in cui si trova l’attuale carcere».

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti