Settembre 12, 2016

Legacoop Agroalimentare e Fedagri: «Servono risorse aggiuntive nazionali per il PSR»

Il 2016 non è un anno come gli altri, viene dopo i sei mesi di Expo 2015 a Milano in cui la “narrazione” ha avuto come focus l’agricoltura sostenibile e durevole, l’innovazione e la competitività del sistema agroalimentare.
Tutte le Regioni del Nord che hanno emanato bandi su produzione biologica ed integrata, nuovo insediamento di giovani agricoltori e nuovi investimenti in agricoltura e nell’agroindustria hanno trovato un ambiente imprenditoriale immediatamente disponibile a presentare progetti e domande di finanziamento.
Questo dinamismo e vitalità del sistema agroalimentare è un elemento positivo, che stimola la competizione e a fare meglio per dare un contributo reale alla crescita del Paese ed al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di export.” Chiosa il Presidente di Fedagri Emilia Romagna Carlo Piccinini.
Le imprese che presentano progettazione di alto livello non devono però rimanere frustrate dalla mancanza di finanziamenti perché sarebbe una palese contraddizione con quanto dichiarato a più riprese dal Presidente del Consiglio durante l’Expo di Milano e da tutte le discussioni che il Governo sta animando nei confronti dell’Unione Europea per una forte spinta agli investimenti.

elezione-maretti

Cristian Maretti, presidente di Legacoop Agroalimentare Nord Italia


 
Il settore agroalimentare è stato identificato come un settore di crescita e sviluppo per la nostra economia e questo non deve essere dimenticato, soprattutto in considerazione del fatto che nelle campagne siamo lontani dal raggiungere soddisfazioni reddituali adeguate ai costi che sostengono gli agricoltori e non parliamo solo dei cereali che sono il prodotto quest’anno più in difficoltà” prosegue Piccinini
Innovazione, sviluppo agricolo e agroalimentare sostenibile e competitivo sono gli obiettivi dichiarati e perseguiti da tutti i Piani di Sviluppo Rurale delle regioni della pianura padana, crediamo che sarebbe coerente e relativamente semplice sostenere questo percorso con importanti dotazioni finanziarie aggiuntive da parte del Governo nazionale nelle leggi di stabilità dei prossimi 3 anni.
Una programmazione politica poliennale che darebbe un senso compiuto alle ripetute dichiarazioni della politica. Soprattutto a quelle più recenti sui pianti incontrollabili a pensare alle occasioni sprecate e all’ottimismo sulle potenzialità per il futuro del settore” conclude il Presidente di Legacoop Agroalimentare Nord Italia Cristian Maretti

Grazie per avere visitato il nostro sito www.legacoopromagna.it
Il sito è attualmente in versione beta, vi chiediamo di compilare questo modulo di feedback. Utilizzeremo le vostre risposte per migliorare la versione definitiva.
Grazie per il vostro tempo e il vostro contributo.

Clicca Qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti