Settembre 2, 2016

Il cordoglio di Legacoop Romagna per la scomparsa di Vittorio Morigi

vittorio-morigi
 
«La scomparsa di Vittorio Morigi è una grande perdita per Cmc, Legacoop Romagna e l’intero mondo cooperativo romagnolo. Pochi come lui hanno saputo interpretare la natura dell’essere un cooperatore, così come descritta da Nullo Baldini: un insieme di valori di altruismo e di responsabilità legati a capacità amministrative e imprenditoriali.
La sua esperienza come direttore di Cmc è esemplare di come si possano e si debbano ancora oggi coniugare le esigenze dell’impresa con i valori della solidarietà. Legacoop Romagna si stringe alla famiglia e alla compagine sociale della Cmc».
Così il presidente e il direttore generale di Legacoop Romagna, Guglielmo Russo e Mario Mazzotti, ricordano la figura di Vittorio Morigi. Entrato alla Cooperativa Muratori e cementisti di Ravenna nel 1961 come geometra, negli anni ha ricoperto all’interno dell’azienda ruoli sempre più prestigiosi fino a quello di direttore generale – che ha tenuto dal 2000 al 2008 – carica che lo ha visto protagonista della rinascita del colosso edile della cooperazione, consentendo l’internazionalizzazione dell’impresa e l’ingresso nei mercati globali.
«Morigi aveva una sensibilità particolare per comprendere le trasformazioni e i mutamenti dei tempi: una qualità che gli permetteva di compiere scelte strategiche lungimiranti. Il suo contributo è stato determinante non solo per fare diventare Cmc quell’impresa di valore mondiale che è adesso».

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti