Aprile 12, 2016

Rudy Gatta: «I giovani cooperatori pronti a raccogliere la sfida del futuro»

dal Corriere Romagna dell’11 aprile 2016
rudygatta-intervista
RAVENNA. Le nuove leve della cooperazione romagnola si mettono a disposizione con il loro contributo di idee ed entusiasmo, guardando con fiducia a quel ricambio generazionale che sarà inevitabile nel prossimo futuro. A rappresentarle Rudy Gatta, 38enne coordinatore per laRomagna del network “Generazioni”.
«Ci stiamo preparando alla nostra assemblea regionale in programma il 15 aprile a Modena – ricorda – alla quale parteciperanno 150 delegati sotto i 40 anni, che è il limite di età per restare nell’ associazione, provenienti da tutta l’ Emilia-Romagna». Sul piatto temi importanti come «l’innovazione, la formazione, il cambiamento e tutto ciò che la cooperazione può fare per essere legata più al futuro che al passato».
«Sono convinto – prosegue Gatta – che “Generazioni” possa essere uno stimolo importanteper tutto il movimento cooperativo. L’ età non deve essere in alcun modo la discrimi nante per valutare capacità e professionalità, ma al contempo crediamo che ci siano tanti giovani le cui qualità vanno tenute in debita considerazione per poter far compiere loro l’ ultimo e decisivo passo per farsi carico di responsabilità impor tanti». Un processo che è già in parte cominciato nelle singole cooperative e che potrebbe in futuro espandersi anche a una grande parte del movimento.
«La nostra generazione – sottolinea con forza il coordinatore – non è assolutamente una minaccia, quando piuttosto una opportunità importante per dare nuova linfa allacooperazione. Un esempio illuminante è quello della “Cmc University”, con la quale i dirigenti a due anni dalla loro uscita sono chiamati a trasferire le proprie competenze ai più giovani».
Una duttilità della quale Gatta vuole essere il primo esempio. «Da poco più di un mese ricorda – sto facendo esperienza in imprese nelle vesti di vice presidente di Federcoop “Nullo Baldini” che si occupa di servizi, consulenze per le imprese, con deleghe commerciali e al budget. Abbiamo costituito la Rete Servizi Romagna per fondere i tre centri servizi di Forlì, Rimini e Ravenna in vista della nascita entro il 2017 di Feder coop Romagna. In questi mesi stiamo lavorando al progetto industriale. E’ una bella sfida che ci porterà ad avere una struttura con circa 80 dipendenti dotati di un tasso di competenze interne molto alto. Esperienza non semplice ma al contempo molto stimolante. Un modo per misurarsi e dire che non si ha paura di accettare nuove opportunità».
E proprio in questi termini Gatta guarda alla nascita di Aci (Alleanza cooperative) nel gennaio del prossimo anno. «Una grande occasione per introdurre pratiche di regole condivise nella nuova casa comune». E, a proposito di regole, è molto chiaro. «Tra due anni terminerò il mio percorso dentro “Generazioni”. E, come da statuto, lascerò il mio incarico senza problemi o chiedere deroghe».
Gaetano Foggetti

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti