Agosto 24, 2015

Verso un autunno caldo per facchinaggio e logistica

Quello che sta per iniziare sarà un autunno “caldo” per il settore logistico: molti sono i fronti aperti e le imprese saranno chiamate a compiere scelte decisive per mantenersi concorrenziali. In questa direzione Legacoop Romagna sta facendo la sua parte, creando le condizioni perché le associate che operano nel settore si incontrino con l’obiettivo di verificare se possono essere realizzate operazioni di aggregazione e sinergia. Questo perché è la strada più efficace al fine di aumentare la competitività e l’efficienza: sia nel campo della logistica e trasporti sia in quello del facchinaggio le cooperative sono nate in un momento storico che richiedeva risposte a esigenze legate al territorio, mentre ora le condizioni sono mutate e servono processi di aggregazione che non siano una sommatoria delle singole parti, ma una vera e propria riorganizzazione.
portodiravenna
 
Un’altra questione che il settore dovrà affrontare riguarda il CCNL del trasporti merci e logistica, che dopo un percorso di applicazione travagliato, è stato definitivamente disdettato. Il motivo è che la situazione del mercato non permette alle cooperative di sostenere un aumento di costi previsto del contratto nazionale: in vista di una stagione contrattuale che possa prevedere che contratti di secondo livello possano andare in deroga al contratto nazionale, va trovata una nuova modalità che sia applicabile e che permetta alle imprese cooperative di competere con la concorrenza.
In merito ai molti aspetti critici legati alla  riforma della portualità, che è nell’agenda del Governo e che si dovrà occupare di molti aspetti importanti (come per esempio la razionalizzazione delle Autorità portuali), lo sforzo di Legacoop Romagna sarà focalizzato su come e quanto andranno riorganizzati i servizi negli scali marittimi, a cominciare da quelli tecnico nautici e portuali. Per noi la priorità è il rispetto delle regole e della sicurezza: no quindi a liberalizzazioni fine a se stesse, perché si rischia di impoverire un settore che ha bisogno di un alto contenuto di sicurezza e dove quindi vanno privilegiate le imprese che negli anni hanno investito nella sicurezza e nella formazione, diventando una garanzia di efficienza e di rispetto della sicurezza.

Rudy Gatta
Antonio Zampiga

Grazie per avere visitato il nostro sito www.legacoopromagna.it
Il sito è attualmente in versione beta, vi chiediamo di compilare questo modulo di feedback. Utilizzeremo le vostre risposte per migliorare la versione definitiva.
Grazie per il vostro tempo e il vostro contributo.

Clicca Qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti