Aprile 23, 2015

Il Pertini cooperatore dibattuto in Romagna


Il Presidente che più di tutti è nel cuore degli italiani, Sandro Pertini, era anche un grande sostenitore della cooperazione. Al punto che fu il tema della tesi di laurea con cui si laureò nel 1924 in scienze sociali. Il documento, che sembrava essere andato perso durante l’alluvione di Firenze del 1966, è stato pubblicato per i tipi di Ames nel 2012 a cura di Sebastiano Tringali, grazie al sostegno di Legacoop Liguria, Coop Liguria, Fondazione De Mari-Cassa di Risparmio di Savona, Fondazione Unipolis e al patrocinio delle amministrazioni di Varazze, Stella, Savona e della Regione Liguria. Il volume è stato presentato ufficialmente in un incontro che si è tenuto alla Biblioteca Oriani di Ravenna il 10 aprile, organizzato dal Circolo dei cooperatori e dalla Fondazione Casa di Oriani, in collaborazione con Alleanza delle Cooperative, Ames, Legacoop e l’adesione, fra gli altri, di Legacoop Romagna e Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna. Gli interventi di Giannantonio Mingozzi (vicesindaco di Ravenna), Gianluigi Granero (Presidente Aci Liguria), Everardo Minardi (presidente Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche), Sebastiano Tringali (Coordinatore Scientifico di Ames), Fabio Fabbri (Professore di Storia Contemporanea Università Roma Tre)  e Giovanni Monti (Presidente Aci Emilia-Romagna), hanno approfondito il pensiero di Pertini sulla cooperazione, soprattutto in quello che era il suo ‘debito’ verso le idee di Nullo Baldini: anche il presidente, come il padre della cooperazione ravennate, era convinto che la lotta del lavoro doveva essere intesa soprattutto come un «mezzo per l’elevamento e l’emancipazione dei lavoratori, non deve essere destinata a sopprimere il capitale in quanto è mezzo di lavoro e di scambio’. All’interno di questa visione, che intende tutelare il capitale nella sua ‘funzione sociale ed altamente benefica».

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito supponiamo che tu sia d’accordo. QUI trovi l’informativa sui cookies. QUI trovi l’Informativa sulla privacy.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti