Novembre 14, 2014

La finale regionale di Bellacoopia premia anche l'ITC Oriani Faenza

Testa a testa fra Modena e Reggio Emilia alla finale 2014 del concorso Rete regionale Bellacoopia, organizzato da Legacoop Emilia Romagna, in collaborazione con le sedi provinciali tra cui Legacoop Modena. Alla fine per un soffio l’ha spuntata il BET Bus Eco Tec ideato dalla 5F ITI Cattaneo di Castelnovo ne Monti (RE). Ma grande onore anche al progetto Pyrcoop dei ragazzi del Fermo Corni di Modena (4 E 5 SEZ. A informatica e elettronica): un sistema per il monitoraggio del livello nei corsi d’acqua al fine di prevenire o agire tempestivamente in caso di rischio allagamenti, esondazioni o alluvioni, attraverso un circuito elettronico per misurare il livello d’acqua, un sistema di trasmissione dati via radio per approntare una rete di monitoraggio che comprenda anche stazioni mobili, e un ambiente software che consente di raccogliere e visualizzare le informazioni ricevute in una centrale operativa di coordinamento.
Terzo gradino del podio per il progetto Filosart della 5E ISART Arcangeli di Bologna; a seguire Green Hope, ideato dalla 5C ITC Oriani di Faenza (RA) e, a pari merito, Recooperiamo della 5E ITG Rondani di Parma e L’energia ai tuoi piedi, progettato dalla 5° EL Liceo Alberghetti di Imola.
Una bella giornata di idee, riflessioni e anche divertimento è quella che ha caratterizzato la Finale 2014 del Concorso Rete Regionale Bellacoopia, ospitata quest’anno alla Tenda di Modena, cui hanno partecipato circa 130 ragazzi delle diverse provincie dell’Emilia Romagna.
Una mattinata di laboratori dedicati al tema della “sovranità alimentare” – in collaborazione con Slow Food, Alimos e Koinè – i cui progetti sono stati presentati in apertura della sessione pomeridiana –egregiamente condotta da La Strana Coppia di Radio Bruno – e poi via alle premiazioni dei finalisti.
image
Tanto entusiasmo da parte dei ragazzi, e tante idee brillanti: come quella – orientata al riciclo degli avanzi del frigo e della dispensa – che in piena logica Masterchef mette insieme un uovo sodo, del purè di patate e del risotto allo zafferano avanzati, e un po’ di pane, per realizzare un favoloso piatto denominato “Naufraga nell’isola del sapore!” . E’ il “metodo Bellacoopia”: affrontare temi molto seri, come lo spreco alimentare, con la freschezza dei giovani, che ci mettono tutta la loro carica, le idee e la voglia di fare. Ci si diverte, ma contestualmente il messaggio arriva forte e chiaro.
5C Rim ITC Oriani Faenza
E lo si vede nei progetti cooperativi che i finalisti hanno ideato anche quest’anno: si parla di sostenibilità ambientale, di controllo idrogeologico, di servizi che coniugano mobilità, turismo e recupero del territorio ecc. Tutti temi di estrema attualità e importanza.
Dopo i saluti dei padroni di casa, Lauro Lugli Presidente di Legacoop Modena e Giulio Guerzoni, Assessore del Comune di Modena con la delega alle Politiche giovanili (oltre a Sport, Ambiente, Politiche energetiche e Servizi civili, Protezione civile e Volontariato), sono stati Giovanni Monti, Presidente di Legacoop Emilia Romagna, e Gianluca Verasani, Direttore di Legacoop Modena, a salire sul Palco per le premiazioni; assieme a loro Mauro Giordani, Presidente della Fondazione Ivano Barberini e Elisa Petrini di Impronta Etica, componenti della Giuria.
Appuntamento con Bellacoopia al 2015!

Grazie per avere visitato il nostro sito www.legacoopromagna.it
Il sito è attualmente in versione beta, vi chiediamo di compilare questo modulo di feedback. Utilizzeremo le vostre risposte per migliorare la versione definitiva.
Grazie per il vostro tempo e il vostro contributo.

Clicca Qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle iniziative di Legacoop Romagna

Iscriviti